Per rispondere devi registrarti o fare il log-in

Autore Topic: Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?  (Letto 7981 volte)

Nuovo utente
*
Post: 2
Sesso: Femmina
Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
« il: 02 Febbraio, 2013, 10:11:08 »
Salve a tutti.
mi chiamo Elena, ho 44 anni sono sposata e sono mamma di due ragazzini, Alberto 12 anni e Sara di 17.
il problema sorge con mia figlia di 17 anni, con la quale ultimamente sono nati dei disaccordi. I disaccordi nascono per quanto riguarda la sua libertà, lei mi accusa dicendo di segregarla in casa, e che a 17 anni dovrebbe uscire di più.
Io le permetto di uscire un paio di giorni durante la settimana, per un paio d'ore al massimo di pomeriggio, e poi il sabato, ma deve ritirarsi entro le 21:00.
Lei non è d'accordo, mi attacca e mi dice che le sto rovinando la vita, mi ha detto che le interessa un tizio (un ragazzino della sua età) e che per colpa mia non può vederlo mai. Io mi sono incavolata ancora di più quando ho saputo di questo ragazzo.
Casa nostra è un campo di guerra adesso. Mio marito è più indulgente, secondo lui Sara è ormai grande e può uscire quando le pare.Ma io non sono disposta a cedere, non voglio che mia figlia diventi come una di quelle poco di buono che vedo per la strada.
chiedo consigli e pareri qui, con la speranza di trovare dei genitori e il parere della dottoressa.
Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
con affetto,
Elena.

Nuovo utente
*
Post: 1
Re:Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
«Risposta #1 il: 03 Febbraio, 2013, 11:20:27 »
Salve Elena.
Ti rispondo da figlia, anche se oramai ho 24 anni e i problemi da te descritti li ho lasciati alle spalle.

I miei genitori sono sempre stati molto apprensivi, e anch'io protestavo per gli orari imposti sul sabato sera... ma a 17 anni potevo star fuori fino alle 23.00, ed ero comunque la più controllata della mia compagnia!
Credo che Sara abbia l'età per uscire il sabato sera, e credo che meriti un po' più di fiducia da parte vostra. Da figlia ti dico che finchè non le darai un po' di fiducia non puoi aspettarti un rapporto idilliaco con lei. Inoltre chiuderla in una campana di vetro non l'aiuta a crescere e ad affrontare il mondo fuori, che prima o poi che vi piaccia o no incontrerà comunque.

Amministratore
*****
Psicologa, psicoterapeuta sistemica. Mediatore familiare
Post: 109
Sesso: Femmina
    Clicca per visitare il mio sito web: psicologaonlinesalerno.it
Re:Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
«Risposta #2 il: 03 Febbraio, 2013, 22:35:16 »
Citazione
Io le permetto di uscire un paio di giorni durante la settimana, per un paio d'ore al massimo di pomeriggio, e poi il sabato, ma deve ritirarsi entro le 21:00.
Dare delle regole all'interno di un nucleo familiare aiuta ad una maggiore autostima di sè, però voler bloccare la crescita individuale di un figlio non è vincente per nessuno.
Dove trovarmi
Contatti
*Sostieni un bambino a distanza*

Collaboratore
*****
Post: 5
Sesso: Maschio
    Studio di Psicologia/Psicoterapia
Re:Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
«Risposta #3 il: 09 Febbraio, 2013, 17:40:40 »
Salve Elena,
mi vengono alcune riflessioni, a partire da ciò che Lei scrive.

Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
Vorrei capire meglio la Sua richiesta.
Partiamo dal presupposto che Lei ha ragione e Sua figlia torto?
Sta chiedendo come fare a convincere Sua figlia di ciò?
Se è così, credo che stia partendo con il piede sbagliato.
Si può avere ragione entrambi, perché ognuno ragiona dalla propria prospettiva.

Le accuse di Sua figlia a cosa si riferiscono di preciso? Quanto vorrebbe uscire?

Io mi sono incavolata ancora di più quando ho saputo di questo ragazzo.
E come mai?
Le sembra strano che Sua figlia possa provare interesse per un suo coetaneo?
I bambini e le bambine, solitamente, giocano e si relazionano con i pari dello stesso sesso, poi con l'inizio dell'adolescenza cominciano a relazionarsi e a provare interesse anche per quelli del sesso opposto.
Le fa rabbia il fatto che Sua figlia possa avere una cotta?

Mio marito è più indulgente, secondo lui Sara è ormai grande e può uscire quando le pare.Ma io non sono disposta a cedere, non voglio che mia figlia diventi come una di quelle poco di buono che vedo per la strada.

Le decisioni sui figli vanno prese da entrambi i genitori, di comune accordo. Mi sembra invece che il Suo punto di vista sia "imposto", senza possibilità di mediazione.
Questo, credo, non fa bene né alla famiglia, né alla coppia, né ai figli.
E si rischia di passare per la persona con la quale non si può avere un confronto perché "o si pensa come lei o nulla".

Infine, mi viene da chiederLe:
perché pensa che Sua figlia possa diventare una poco di buono?
E, soprattutto, cos'è che fa di una ragazza una "poco di buono"?

Saluti
dott. Luca Pizzonia
Psicologo Psicoterapeuta
Consulente Tecnico d'Ufficio del Tribunale di Napoli

Nuovo utente
*
Post: 2
Sesso: Femmina
Re:Come far capire a mia figlia che lo faccio per il suo bene?
«Risposta #4 il: 13 Febbraio, 2013, 08:34:19 »
Vi ringrazio delle risposte, forse sono una mamma un po' troppo possessiva. il concetto principale è che vorrei che mia figlia mi stesse un po' più a sentire e che non prenda cattive strade....oggi come oggi è molto facile cadere in qualche brutto errore.
è per questo che le voglio limitare un po' le sue uscite. io alla sua età non mi potevo permettere di uscire col ragazzo e sono cresciuta in maniera corretta. vorrei che lo stesso fosse per Sara, la vedo un po' troppo distratta e sono preoccupata.
Faccio forse male?
Grazie Elena

Per rispondere devi registrarti o fare il log-in

 

Discussioni simili

  Oggetto / Aperto da Risposte Ultimo post
3 Risposte
7073 Visite
Ultimo post 13 Febbraio, 2013, 14:53:51
da Cloe
1 Risposte
2400 Visite
Ultimo post 23 Maggio, 2014, 09:31:46
da Dr Marco Paolemili
1 Risposte
2873 Visite
Ultimo post 03 Marzo, 2015, 09:07:46
da marzia colli
0 Risposte
2280 Visite
Ultimo post 24 Febbraio, 2015, 18:56:40
da Giulia87
3 Risposte
4033 Visite
Ultimo post 15 Aprile, 2015, 17:28:43
da enrico prosperi