Per rispondere devi registrarti o fare il log-in

Autore Topic: Obesità e Binge Eating Disorder (BED)  (Letto 6371 volte)

Collaboratore
*****
Post: 18
Sesso: Maschio
    obesitaedisturbialimentari
Obesità e Binge Eating Disorder (BED)
« il: 29 Giugno, 2013, 16:46:29 »
Il 20-30% delle persone che si rivolge ai centri per la cura dell'obesità soffre di Binge Eating Disorder (BED) o  Disturbo da Alimentazione Incontrollata. Solo nel DSM V (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders), uscito nel mese di Maggio 2013,  il BED ha avuto un riconoscimento ufficiale tra i disturbi alimentari. Le caratteristiche di questo disturbo sono ricorrenti episodi di abbuffate con perdita di controllo ma senza i mezzi di compenso tipici della bulimia nervosa e un forte senso di disagio per l'abbuffata effettuata. In genere il paziente obeso con BED si distingue dall’obeso non BED, per una ridotta tolleranza delle emozioni che vengono sedate attraverso il cibo e una maggiore preoccupazione per la forma e il peso corporeo. Il BED è una controindicazione per gli interventi di chirurgia dell'obesità cosiddetti restrittivi. L’intervento terapeutico non può prescindere da una psicoterapia o da interventi psicoeducativi o di educazione terapeutica.
www.obesitaedisturbialimentari.it

  • "All'allegria, quando si presenta, dobbiamo sempre aprire porta e portoni, perchè non arriva mai inopportuna" Schopenhauer
Dott. Enrico Prosperi
Psichiatra psicoterapeuta

Nuovo utente
*
Post: 1
Sesso: Femmina
new
Re:Obesità e Binge Eating Disorder (BED)
«Risposta #1 il: 12 Luglio, 2013, 01:52:23 »
Complimenti, è stato molto esplicativo. Come nutrizionista credo che sia fondamentale il lavoro di equipe quando si lavora con pazienti con DCA. Mi sono permessa di citarla e citare il forum nel mio blog sperando di fare cosa gradita: http://www.nutrizionistatosi.com/2013/07/forum-note-dolenti-obesita-e-binge.html  :)

Collaboratore
*****
Post: 18
Sesso: Maschio
    obesitaedisturbialimentari
Re:Obesità e Binge Eating Disorder (BED)
«Risposta #2 il: 14 Luglio, 2013, 19:30:21 »
La ringrazio. Il lavoro di equipe è essenziale nei Disturbi del Comportamento Alimentare e cosa più importante è riuscire ad organizzare una vera equipe interdisciplinare in grado di avere un obiettivo comune, un linguaggio e delle idee condivise, altrimenti si rischia di lavorare in parallelo, confondendo così il paziente.
  • "All'allegria, quando si presenta, dobbiamo sempre aprire porta e portoni, perchè non arriva mai inopportuna" Schopenhauer
Dott. Enrico Prosperi
Psichiatra psicoterapeuta

Per rispondere devi registrarti o fare il log-in

 

Discussioni simili

  Oggetto / Aperto da Risposte Ultimo post
5 Risposte
7286 Visite
Ultimo post 25 Novembre, 2013, 22:42:13
da manubar78
0 Risposte
2133 Visite
Ultimo post 03 Aprile, 2015, 20:15:47
da BED00